Immaginate un teatro nel pieno centro di Milano, accanto al tempio mondiale della lirica e a pochi metri da alcuni dei luoghi emblematici della città quali la galleria Vittorio Emanuele II e il Duomo. Immaginate un edificio eclettico, eretto alla fine del XIX secolo e successivamente modificato, adattato, completato dopo i bombardamenti. Un edificio con un storia architettonica importante.

Provate ora ad immaginare una programmazione fatta di classici, da Shakespeare a Goldoni, da Molière a Pirandello. Sbagliato. Il Teatro Filodrammatici di Milano ha la peculiarità, da ormai diverse Stagioni, di proporre – proprio nel cuore pulsante di Milano – la drammaturgia contemporanea in tutte le sue forme: originale, non originale, italiana, straniera. Una scelta sempre più apprezzata dal pubblico che, nel corso degli anni, sceglie la nostra programmazione, consentendoci di distinguerci sempre più, slegandoci dal concetto secondo il quale nei teatri del centro occorra offrire una proposta artistica di tipo tradizionale.

Da girotondo.com, passando per i grandi successi di N.E.R.D.s – Sintomi e Il turista, fino a Collaborators (nuova produzione della Stagione 2016/17), il duo Amadio/Fornasari non si limita a reggere il timone della direzione artistica ma contribuisce attivamente – e con un sempre maggiore riscontro di pubblico – a sviluppare il filone della drammaturgia originale di produzione.

Complice anche il rinnovato, esplosivo, clima culturale della città, il Teatro Filodrammatici di Milano è tutto ciò che non ci si  aspetta dalla geografia dei luoghi: è il paradosso a renderlo interessante.

La vita è fatta di paradossi e noi al Teatro Filodrammatici di Milano ce ne intendiamo!