Project Description

ispirato a Il fu Mattia Pascal di Luigi Pirandello | di Bruno Fornasari | con Tommaso Amadio, Marta Belloni, Matthieu Pastore, Valeria Perdonò, Michele Radice | movimenti/vocals Marta Belloni | scene e costumi Erika Carretta | disegno luci Enrico Fiorentino | suonoAndrea Diana | responsabile di produzione Martina Merico | assistenti alla regia Riccardo Buffonini, Beppe Salmetti | assistente di produzione Irene Prayer Galletti | regia Bruno Fornasari | produzione Teatro Filodrammatici

Se all’inizio del secolo scorso Pirandello ci raccontava la storia di un uomo che, grazie a una serie di coincidenze, ritrovava una nuova identità e una nuova vita, oggi le cose sembrano molto diverse.
Il nostro Mattia Pascal, diversamente dal personaggio di Pirandello, è un ingegnere sposato con figli; due gemelli, che la meccanica della vita ha voluto infilargli tra i raggi della bicicletta durante una scampagnata con quella che poi diventerà sua moglie. Un uomo con alle spalleun matrimonio di 16 anni, qualche mutuo e tanti debiti.

Sun Tzu, ne L’arte della Guerra scriveva: “In ogni conflitto le manovre regolari portano allo scontro e quelle imprevedibili portano alla vittoria“.
Il nostro Mattia decide per una manovra imprevedibile, sparire, azzerare il cronometro.
Ma dovrà fare i conti col mondo di oggi, un mondo rimpicciolito e tecnologico, dove trovare un angolino discreto, in cui ricominciare da zero, è un’impresa titanica.

Hai mai pensato o ti è mai capitato di mollare tutto e ricominciare da zero la tua esistenza?
Condividi con noi la tua esperienza: pubblica la tua storia su facebook o twitter usando l’hashtag #lifechangingexperience e la condivideremo con i nostri fan sulla pagina del teatro.

PRESS

Convince lo spettacolo scritto e diretto da Bruno Fornasari come un puzzle contemporaneo che procede per frammenti e schegge collegando episodi e punti di vista tra passato e presente. Ricercato nella struttura drammaturgica, efficace nel risultato a incastro che costringe il pubblico ad assecondare il crescendo di tensione. Agile il bel quintetto di attori con Tommaso Amadio nel ruolo del protagonista. Uno spettacolo intelligente.
Sara ChiapporiLa Repubblica Milano

Lo spettacolo punta tutto sull’opposizione “nascita – rinascita” gestendo il percorso attraverso una narrazione diretta con il pubblico. Gli attori “giocano” con gli spettatori passando senza alcun problema da registri basati sull’ironia a toni più intimisti creando un ottimo lavoro di gruppo.
Patrizia PertusoMetro

foto e video Umberto Terruso