Project Description

14/15 MAR. 2016
[prima nazionale]

di Chiara Pasetti | con Silvia Lorenzo | regia Andrea Gattinoni | voce di Rodin Massimo Popolizio | voce fuori scena Anna Bonaiuto | produzione Associazione culturale Le Rêve et la vie | con il sostegno di Fondazione Banca Popolare di Novara  e Teatro Filodrammatici

“Il mio artista preferito? Io.”
Camille Claudel, 16 maggio 1888

Conoscevo Camille Claudel soltanto, e ora di questo me ne vergogno, per essere stata l’allieva, la modella, la “musa” e la grande passione dello scultore Auguste Rodin. Quando ho scoperto le sue sculture in una splendida mostra realizzata nell’ospedale psichiatrico di Montfavet (Avignone) dove fu internata per trent’anni e dove terminò i suoi giorni nel 1943, ho capito davvero chi è stata Camille Claudel: una scultrice di grandissimo talento, che ha vissuto esclusivamente per la sua arte. E che improvvisamente è stata costretta a smettere di scolpire. Mi sono accostata alle sue opere con ammirazione e passione, e alla sua vita (e alla sua morte) con un misto di rispetto e di rabbia per ciò che ha subito. Ho deciso così di raccontare questa storia. Una storia che aveva bisogno dello sguardo registico di un artista, Andrea Gattinoni, che grazie alla sua raffinata capacità di sondare gli abissi umani e alla sua profonda sensibilità ha potuto, con me e con l’attrice Silvia Lorenzo, ri-creare questa affascinante e tragica figura di donna.
Chiara Pasetti

“Dormo completamente nuda per illudermi che voi siate qui, ma al risveglio non è la stessa cosa. Mi raccomando: non mi tradite più.”
Camille Claudel

Siamo così soli perché siamo doppi infiniti. Attraverso lo sguardo dirompente di Camille Claudel su se stessa, sul proprio femminile, sull’altro e sugli altri, sulla propria arte, sullo spazio fisico prima riempito e poi svuotato dalle proprie opere distrutte, “Moi” è un lavoro sul doppio impossibile ed essenziale che ci costituisce, che ci eleva, che ci distrugge. E che, in definitiva, rende a noi possibile la parola “Io”.
Andrea Gattinoni

Durata 60′

ORARI:

lunedì / 21.00
martedì / 21.00

PREZZI:
intero / 15 €
ridotto convenzionati / 12 €
ridotto under 25-over 65 / 10 €

ACQUISTA SUBITO

TAVOLA ROTONDA “VOCI FUORI DAL CORO”
ideata e organizzata dall’Associazione culturale “Le Rêve et la vie”
14 marzo – ore 17
Verranno analizzate diverse figure femminili tra Ottocento e Novecento: interventi di Chiara Pasetti (critica letteraria, saggista, collaboratrice della Domenica-Il Sole24Ore: Camille Claudel, dalla creazione all’esilio), Isabelle Rome (magistrato presso la corte d’appello di Versailles-Parigi: Séverine, la frondeuse), e Graziella Bernabò (saggista, curatrice dell’epistolario e delle poesie di Antonia Pozzi: Antonia Pozzi, la vita e la poesia). Modera Rosanna Massarenti (Giornalista, direttrice di Altroconsumo). Letture a cura di Giulia Marchina.

Si ringrazia sentitamente il dottor Cesare Ponti.

Ingresso libero e gratuito fino ad esaurimento posti

L’Associazione Culturale Le Reve et la vie ringrazia sentitamente coloro che hanno sostenuto e permesso la realizzazione dello spettacolo MOI e del convegno “Voci fuori dal coro”.